Icona Blog
Il blog di iWatson

Tricotillomania

strappare i capelli

La caratteristica che definisce la tricotillomania è il ricorrente e compulsivo strappamento dei propri capelli e peli che produce evidenti aree di calvizie. Solitamente, ma non sempre, il cuoio capelluto e il viso sono le zone principali di estirpazione. La tricotillomania può comunque interessare tutte le parti del corpo dove siano presenti peli e capelli. Le zone più tipicamente

Contenuti di questo post:

    La caratteristica che definisce la tricotillomania è il ricorrente e compulsivo strappamento dei propri capelli e peli che produce evidenti aree di calvizie. Solitamente, ma non sempre, il cuoio capelluto e il viso sono le zone principali di estirpazione.

    La tricotillomania può comunque interessare tutte le parti del corpo dove siano presenti peli e capelli.

    Le zone più tipicamente colpite sono il cuoio capelluto, le sopracciglia e le ciglia.

    Parti meno frequenti comprendono la zona pubica, la regione perirettale e altre zone del corpo in genere.

    La persona affetta da tricotillomania può servirsi delle proprie unghie, di pinzette, spilli o altri strumenti medici. Questi strappamenti possono provocare danni epidermici permanenti.

    tricotillomania

    Tricotillomania Cause

    Di solito lo strapparsi i capelli può essere preceduto da elevati livelli di ansia e da un forte senso di “urgenza” nel mettere in atto il comportamento.

    Lo strappamento è seguito spesso da un senso di piacere o sollievo. L’azione viene abitualemente messa in atto in solitudine, spesso mentre si guarda la televisione, mentre si legge, si parla al telefono, si guida o si è in bagno.

    Un episodio può essere scatenato da uno stato d’umore negativo , tristezza, o essere la risposta ad un periodo di stress, ma può anche verificarsi in un momento di tranquillità e relax. A volte questo comportamento può essere emesso in modo volontario, ma più spesso è del tutto inconsapevole.

    Le persone affette da tricotillomania tentano di camuffare la perdita di capelli e peli che accompagna il disturbo con l’uso di cappelli, sciarpe o ciglia finte. Alcuni ricorrono anche al tatuaggio permanente delle sopracciglia.

    Nei casi più gravi, le persone con tricotillomania possono arrivare ad evitare situazioni sociali nel tentativo di nascondere agli occhi degli altri i danni causati dallo strappamento compulsivo.

    Sintomi Tricotillomania

     

    Per fare diagnosi di tricotillomania devono essere presenti i seguenti sintomi:

    • Ricorrente strappamento dei propri capelli e peli che causa una notevole perdita degli stessi
    • Senso crescente di tensione immediatamente prima di strapparsi capelli o peli, o quando si tenta di resistere al comportamento.
    • Piacere, gratificazione o sollievo durante lo strappamento dei capelli o peli.
    • L’anomalia non è meglio attribuibile ad un altro disturbo mentale e non è dovuta ad una condizione medica generale (per esempio, una condizione dermatologica).
    • L’anomalia causa disagio clinicamente significativo o compromissione dell’area sociale, lavorativa, o di altre aree importanti del funzionamento.

    Tricotillomania Rimedi

    Il trattamento più efficace per la tricotillomania è la terapia cognitivo comportamentale.

    Le tecniche impiegate si basano sul principio che lo strapparsi i capelli o i peli sia una risposta condizionata a specifiche situazioni ed eventi e che la persona che mette in atto questo comportamento spesso non è consapevole di questi fattori scatenanti.La terapia affronta il problema in due fasi:

    1. la persona impara come identificare le situazioni e gli eventi che innescano il comportamento
    2. la persona impara ad utilizzare comportamenti alternativi in risposta a queste situazioni ed eventi

    Il controllo degli stimoli e l’esposizione con prevenzione della risposta

    La prima comporta l’utilizzo di specifici elementi fisici come “agenti bloccanti delle abitudini” per impedire la possibilità di strappamento. La seconda, esposizione e prevenzione risposta, che è una delle principali tecniche per il DOC e per i disturbi di tipo ossessivo compulsivo, è di maggiore efficacia se la persona affetta da tricotillomania è già consapevole dei fattori scatenanti del comportamento e ha già raggiunto significativi risultati con l’impiego della prima tecnica.

    A volte possono essere prescritti farmaci, simili a quelli usati per il DOC, in concomitanza alla terapia cognitivo comportamentale.

    NOTA BENE: è importante sottolineare che la precedente descrizione non sostituisce una completa ed esaustiva valutazione svolta da un esperto terapeuta cognitivo comportamentale o da altri professionisti del settore della salute mentale.

    Come nel caso di DOC, alcune persone affette da tricotillomania possono trarre beneficio dai farmaci e quindi possono necessitare di una valutazione psichiatrica. La valutazione fatta da professionisti TCC è indispensabile per distinguere la tricotillomania da altre condizioni psicologiche e mediche. Anche esami medici potrebbero risultare necessari.

    [Il testo della pagina è stato tradotto e adattato dal sito: OCD Center of Los Angeles]

    Curarsi senza Medicinali: Libro “Ossessioni e Compulsioni”

    Il Dot. Rolla è autore del libro ““Ossessioni e Compulsioni” . La terapia Cognitivo Comportamentale in Azione”

    Scarica gratuitamente la prima parte del libro

      Acconsento al trattamento dei dati personali secondo il nuovo regolamento generale della protezione dei dati dell’Unione Europea (GDPR) e delle successive modifiche e secondo la Privacy Policy presente nel sito.

    • Condividi
    • Articoli correlati
      acufene
      31 Ottobre 2022 | DOC
      Di Sonya Sabbatino

      “Sento un fischio nell’orecchio, non ce la faccio più!” L’acufene o tinnito rappresenta un processo in cui si manifesta la percezione di un suono in assenza di una stimolazione sonora (Jastreboff, 1990). Tale suono può essere di diversi tipi, continuo o intermittente ed in alcuni casi può essere associato ad una perdita uditiva; inoltre viene

      Rupofobia
      25 Luglio 2022 | DOC
      Di Cristina Monti

      La “rupofobia” è la paura patologica ed irrazionale nei confronti dello sporco e, più in generale, di tutto ciò che non è igienico o rappresenta una potenziale fonte di contaminazione.

      La persona che ne soffre, è letteralmente ossessionata dallo sporco e compie ripetutamente l’atto di pulire sé stesso e gli ambienti che lo circondano.

      tic nervosi
      16 Giugno 2022 | DOC Stress
      Di Enrico Rolla

      Strizzare ripetutamente gli occhi, arricciare il naso, piegare la testa di lato, sollevare le spalle, emettere con la bocca suoni o rumori che a volte creano molto imbarazzo. Sono solo alcuni esempi del disturbo da tic, caratterizzato dalla presenza persistente di ticmotori o vocali, cioè movimenti o suoni improvvisi, ripetitivi e involontari. Tic Nervosi Occhi Questi comportamenti appaiono del

      Seguici sui social


      © Copyright 2022 Istituto Watson Corso Vinzaglio 12/BIS Torino P.IVA: 02407780010 – Tutti i diritti su materiali e contenuti pubblicati sono protetti
      Privacy PolicyCookie PolicyTermini e Condizioni di Vendita