Per molte persone gli oroscopi sono divertenti perdite di  tempo . I ricercatori sono da tempo consapevoli che gli oroscopi in realtà non sono correlati con il comportamento – in uno studio del 1985 pubblicato sulla prestigiosa rivista Nature , gli scienziati hanno scoperto che le previsioni basate sull’ astrologia non erano attendibili.

Nonostante sia stato sfatato il mito dell’ astrologia, però, gli scienziati hanno scoperto che il futuro della salute di una persona può essere collegato al suo compleanno . Il mese in cui le persone nascono possono influenzare il loro futuro , dalla loro longevità alla loro futura professione.

La malattia mentale legata al mese di nascita

In uno studio del 2012, un gruppo di ricercatori della Queen Mary University di Londra ha scelto di indagare se il rischio di schizofrenia , il disturbo bipolare e la depressione maggiore aumentano a seconda del mese di nascita. Questi ricercatori hanno esaminato più di 29 milioni di persone della popolazione generale di Inghilterra , 58.000 dei quali sono stati diagnosticati con una di queste tre patologie .

I bambini nati in inverno erano a maggior rischio per la schizofrenia e disturbo bipolare , con gennaio come il mese di nascita più comune . I bambini nati in primavera erano a più alto rischio per la depressione . La depressione ha dimostrato un picco significativo a maggio .

La Schizofrenia ha avuto minimi significativi per i nati nel mese di luglio , e il disturbo bipolare aveva minimi significativi per gli individui nati in agosto e settembre . Le persone nate nel mese di novembre erano significativamente meno predisposte a sperimentare la depressione.

Il suicidio legato alla nascita mese

Un  gruppo di ricerca in Inghilterra ha esaminato i dati provenienti da quasi 27.000 suicidi tra il 1970 e il 2001 e ha scoperto che gli individui nati nel mese di aprile, maggio e giugno hanno avuto il maggior rischio di suicidio. In realtà, questo rischio era del 17 per cento più alto rispetto a quelli il cui compleanno era in autunno e in inverno.

Perché è importante la stagione?

Gli scienziati non sono del tutto sicuri sul perché alcuni mesi di nascita sono legati ad una maggiore incidenza di disturbi di salute mentale rispetto ad altri, anche se ci sono alcune possibilità.

Una possibilità è che la nascita mese influenza il nostro orologio biologico. In uno studio del 2010, gli scienziati hanno scoperto che i topi nati in inverno erano meno in grado di adattarsi ad un ciclo di luce d’estate rispetto ai topi nati in altre stagioni. La nostra capacità di regolare questo orologio biologico è fortemente legata all’umore. I ricercatori hanno ipotizzato che le difficoltà con questi ritmi biologici potrebbero aumentare il rischio di disturbi di salute mentale negli esseri umani nati in inverno.

Un altro possibile candidato è la vitamina D. La vitamina D viene prodotta quando i nostri corpi sono esposti alla luce solare. Molte persone sono consapevoli del fatto che una carenza di vitamina D può indebolire le ossa e causare il rachitismo, ma una recente ricerca ha scoperto ancora un altro ruolo per la vitamina nel sistema nervoso. Bassi livelli di vitamina D potrebbero avere un impatto sul cervello in via di sviluppo e potenzialmente spiegare i tassi più elevati di malattie mentali nel freddo inverno e la primavera piovosa. Uno studio danese ha trovato che gli individui con i più bassi livelli di vitamina D alla nascita avevano una maggiore probabilità di sviluppare la schizofrenia nel corso della vita.

Le infezioni possono essere, in parte, da biasimare. Durante l’inverno, una madre può avere più probabilità di ammalarsi. Questo potrebbe potenzialmente influenzare il bambino in via di sviluppo?. Anche i cambiamenti stagionali nella dieta della madre durante la gestazione può essere sufficiente a causare problemi di salute.

cosa possiamo fare?

Le persone che sono nate in primavera e in inverno dovrebbero preoccuparsi della loro salute mentale ?

Non è il caso farsi prendere dal panico . Gli effetti che si evidenziano in questa ricerca sono relativamente poco significativi e non possono,in nessun caso, prevedere il destino di chiunque. Gli sviluppi nella ricerca potranno identificare in modo più accurato altri fattori di rischio per poter trovare soluzioni più efficaci.

fonte: https://www.psychologytoday.com/