Icona Blog
Il blog di iWatson

VUOI CHE IL TUO BAMBINO SI ADDORMENTI DA SOLO? ECCO COME FARE!

insonnia bambini

  “Il sonno è ancora più perfetto… quando è condiviso con una persona amata”, ha scritto DH Lawrence, e la maggior parte dei bambini sarebbe d’accordo. Ma a volte gli amati, cioè i genitori, preferiscono avere un po’ di privacy e non essere svegliati da un bambino che scalcia tutta la notte. Insonnia nei Bambini

Contenuti di questo post:

     

    “Il sonno è ancora più perfetto… quando è condiviso con una persona amata”, ha scritto DH Lawrence, e la maggior parte dei bambini sarebbe d’accordo. Ma a volte gli amati, cioè i genitori, preferiscono avere un po’ di privacy e non essere svegliati da un bambino che scalcia tutta la notte.

    Insonnia nei Bambini

    L’insonnia nei bambini è un problema che può avere un impatto significativo sul loro benessere e sul funzionamento quotidiano.
    E’  importante comprendere che l’insonnia nei bambini può essere causata da una varietà di fattori, tra cui ansia, abitudini di sonno inadeguate e disturbi emotivi.

    Cause dell’insonnia nei bambini:

    • Ansia e stress: I bambini possono sperimentare l’insonnia a causa di preoccupazioni, ansie o stress legati a situazioni come la scuola, la separazione dai genitori o i cambiamenti nella loro vita.
    • Cattive abitudini di sonno: Le abitudini di sonno inadeguate, come andare a letto a orari irregolari o passare troppo tempo davanti a dispositivi elettronici prima di dormire, possono contribuire all’insonnia.
    • Disturbi emotivi: Alcuni bambini possono soffrire di disturbi emotivi come la depressione o l’ansia, che possono rendere difficile il sonno notturno. Cambiamenti nell’ambiente: Cambiamenti nell’ambiente di sonno del bambino, come il trasferimento in una nuova stanza o la presenza di rumori forti, possono influire negativamente sulla qualità del sonno.

    Effetti dell’insonnia nei bambini

    L’insonnia può avere diversi effetti negativi sulla salute e sul comportamento dei bambini, tra cui:

    • Affaticamento: I bambini con insonnia spesso si sentono stanchi durante il giorno, il che può influire sulla loro concentrazione e performance scolastica.
    • Irritabilità: La mancanza di sonno può rendere i bambini irritabili e suscettibili a comportamenti problematici.
    • Difficoltà di apprendimento: L’insonnia può interferire con la capacità di apprendimento dei bambini, poiché il sonno è essenziale per la consolidazione della memoria e il processo di apprendimento.
    • Problemi emotivi: L’insonnia può aumentare il rischio di sviluppare problemi emotivi come l’ansia e la depressione.

    Insegnare ai Bambini ad Addormentarsi da Soli

    Prima di fare qualsiasi cosa, assicurati di capire perché tuo figlio vuole dormire con te. Molto probabilmente è semplicemente perché ti ama e si sente più sicuro rannicchiato accanto a te, ma prima di lavorare per cambiare l’abitudine, assicurati che sia pronto e in grado di gestire il cambiamento.

    Cambiare dove dorme tuo figlio significa cambiare un’abitudine. Quando si tratta di cambiare abitudini, è importante essere pratici e coerenti. Ecco alcuni consigli:

    • Crea uno spazio  per dormire accogliente e familiare. Coinvolgilo nell’arredamento della sua camera da letto.
    • Mentre crei lo spazio, tieni a mente cosa tiene sveglio tuo figlio. Se c’è luce, usa tende oscuranti; se è buio, pensa alle luci notturne e alle torce. Attenzione: niente TV o dispositivi in ​​camera da letto. Ostacolano il  buon sonno.
    • Avere un orario costante per andare a letto.Cerca di non lasciare che tuo figlio stia alzato fino a tardi – o dorma fino a tardi –  (  all’inizio anche nei fine settimana). In questo modo è più probabile che tuo figlio sia stanco quando vuoi che sia stanco.
    • Avere una routine della buonanotte coerente. Cercate di abbassare il livello di energia, magari con un bagno e poi coccole e leggendo storie. Aiutalo a rilassarsi e a sentirsi amati prima di chiudere gli occhi.
    • Se tuo figlio ha difficoltà ad andare a letto da solo, va bene sedersi nella stanza e dopo che le luci sono spente puoi  avvicinarti sempre di più alla porta. Cerca di ridurre gradualmente il tempo in cui sei nella stanza.
    • Se tuo figlio si alza dal letto, riportalo a letto. Questa è la parte più difficile: a tuo figlio non piacerà e può essere estenuante per te se continua a strisciare fuori dal suo letto e nel tuo. Ma se ti arrendi e lo lasci stare nella tua stanza, renderai il processo di abituazione ancora più fatico. Mettete da parte almeno una settimana o due per lavorare su questo, dopodiché vi sentirete meno sotto pressione. Non disperatevi se ci vuole più tempo. È necessario dedicare a ciò tutto il tempo di cui si ha bisogno. Questa è un’abitudine difficile da rompere, ma con pazienza, fermezza e supporto questo approccio dovrebbe valere lo sforzo.
    • Usa gli incentivi. Assicurati che tuo figlio ottenga grandi complimenti e premi per ogni progresso che fa nel riuscire a dormire nella sua camera.   

     

    Se non funziona nulla o tuo figlio è davvero turbato, parlane con un esperto (pediatra e psicoterapeuta). 

    • FONTE: www.health.harvard.edu

    Libro “Insonnia”

      Acconsento al trattamento dei dati personali secondo il nuovo regolamento generale della protezione dei dati dell’Unione Europea (GDPR) e delle successive modifiche e secondo la Privacy Policy presente nel sito.

      • Condividi
      • Facebook Logo
      • Twitter Logo
      • Linkedin Logo
      Articoli correlati
      diario sonno
      14 Febbraio 2024 | Insonnia
      Di Enrico Rolla

      Uno strumento importante per migliorare la valutrazione del proprio riposo è il Diario del Sonno, su cui annotare tutti gli accadimenti notturni per un periodo di tempo sufficiente ad accumulare dati utili a trarre conclusioni pi più aderenti possibili alla realtà. Come funziona il Diario del Sonno Il sonno rappresenta un aspetto essenziale della nostra

      insonnia gravidanza
      10 Ottobre 2023 | Insonnia
      Di Rosanna Tremamondo

      L’insonnia è il più comune tra i Disturbi del Sonno. E’ quella condizione che ci rende faticoso addormentarsi, restare addormentati, avere un riposo davvero ristoratore e a cui si associano sensazioni di stanchezza o inefficienza diurna. Molto spesso si sente dire che l’insonnia è donna. Gli individui di sesso femminile sono infatti più facilmente e

      igiene sonno
      06 Ottobre 2023 | Insonnia
      Di Domenico Napoli

      Il sonno rappresenta un aspetto essenziale della nostra salute, equiparabile all’alimentazione e all’esercizio fisico. Una notte di sonno rigenerante incide notevolmente sul nostro equilibrio psicofisico. Purtroppo, l’igiene del sonno viene spesso trascurata, compromettendo la qualità del riposo e mettendo a repentaglio il nostro benessere. Consigli per Dormire Bene Di seguito sono riportati alcuni consigli pratici

      Seguici sui social


      © Copyright 2024 Istituto Watson Corso Vinzaglio 12/BIS Torino P.IVA: 02407780010 – Tutti i diritti su materiali e contenuti pubblicati sono protetti
      Privacy PolicyCookie PolicyTermini e Condizioni di Vendita