5 TIPI DI MANGER DA EVITARE SUL LAVORO

Home » Blog » 5 TIPI DI MANGER DA EVITARE SUL LAVORO

5 TIPI DI MANGER DA EVITARE SUL LAVORO

Uno dei principali motivi per cui le persone lasciano il posto di lavoro è il loro manager – di che tipo è il vostro? Le relazioni sono la fonte più importante sul lavoro. E quella più significativa è con il nostro manager.

Quando si dispone di un grande manager si è entusiasti di andare a lavorare. Quando il rapporto è spento e conflittuale invece si tende a premere il pulsante snooze della sveglia quando suona al mattino. Non sorprende che uno dei motivi per cui le persone lasciano un lavoro è il loro manager. Nessun manager è perfetto, ma il modo migliore è individuare i suoi tratti/caratteristiche durante il colloquio, ed è la strategia migliore che hai per trovare un lavoro e un manger che potrà andar bene. Ecco alcuni dei boss cattivi più comuni da evitare.

1. Il micromanager Se da una paura del fallimento, incapacità di fidarsi degli altri, o sfide che comunicano le loro esigenze, un micro direttore viene coinvolto in tutti i dettagli del vostro lavoro. La micromanagerialità può impedire di essere creativi o avere l’autonomia di cui si ha bisogno. Mentre tutti noi possiamo ottenere particolari su alcuni dettagli, quando diventa micromanager qualcuno di default può danneggiare le dinamiche dell’ufficio. Se avete la sensazione di trovarvi davanti a un manager imbecille durante colloquio avete due opzioni. Potete suggerirgli che farete il miglior lavoro possibile se vi daranno la possibilità di essere creativi.Potete anche rivolgervi direttamente al manager. Potete chiedere: “quando siete profondamente coinvolti in un progetto, lasciate a qualcuno del vostro team il comando?” Ascoltare per punti in risposta ai trigger e tipi di lavoro che menzionano. Ad esempio, si potrebbe dire che lo fanno quando sono in una scadenza stretta. Ebbene, esplorare come spesso il lavoro viene fatto su una scadenza stretta nel reparto.

2. Il Capitano senza timone. E ‘difficile avere successo se il manager non ti dà le informazioni e la direzione di cui hai bisogno . Brancolare nel buio o affidarsi alle aspettative può essere rischioso ed avere come risultato una cattiva pianificazione e / o capacità di comunicazione. Per ottenere una migliore leadership, si potrebbero porre queste domande: “Mi piacerebbe saperne di più su come la tua squadra funziona davvero. Puoi condividere un recente progetto con me e di come la squadra ha lavorato su di esso? ” Ascoltate la storia del loro ruolo e chiedete dei follow-up su come l’obiettivo del progetto è stato definito e come sono stati sviluppati i ruoli e le scadenze. Vi sembra che questo sia un caso o è il frutto di un approccio metodico che utilizzate?

3. Il Cheerleader addormentato. Abbiamo tutti bisogno di essere celebrati quando facciamo un buon lavoro e fare effetto. Anche se non dovremmo avere bisogno di costante affermazione, non ricevendo il riconoscimento si accende nella maggior parte delle persone un po’ di risentimento. I manager che non riescono a riconoscere i membri della propria squadra possono essere troppo distratti o potrebbero non comprendere il valore di lodare i collaboratori. O peggio, potrebbero non apprezzare il lavoro della squadra. Chiedi: “Che qualità apprezza di più nella tua squadra? Potete darmi qualche esempio di volte le persone hanno resistito a voi? ” Chiedere esempi specifici è un modo semplice per discernere l’atteggiamento di un manager. Se hanno problemi a trovare qualcosa di positivo da dire sui loro report i, le probabilità sono che non offrono molti-il cinque in ufficio.

4. Il fantasma. Con alcuni dirigenti, non può mai avere l’occasione di rivederli dopo un colloquio. Tu potresti anche avere un appuntamento fissato nella sua agenda ma poi c’è sempre un imprevisto che si mette di mezzo. Questi manager sono persone che non riescono a stabilire delle priorità. Chiedi: “Quanto tempo dedichi con la squadra e quanto alle persone fuori dal lavoro? Qual è la percentuale del vostro tempo viene speso per le visite dei clienti o le chiamate? Le risposte a queste domande forniranno approfondimenti diretti sul modo in cui il manager stabilisce delle priorità tempo e come gran parte di esse sarà speso con voi.

5. Il non disposto al conflitto. Alcuni manager hanno paura di conflitti e di conseguenza non danno le risposte o non vi spalleggiano nell’organizzazione. Sono così preoccupati da non essere coraggiosi. Questo può ostacolare il vostro sviluppo nell’organizzazione. Chiedi: “Raccontami l’ultima volta che hai dovuto tener conto di qualcuno con un feedback davvero difficile”. Se dietro ai loro esempi c’è un feedback sincero, onesto e costruttivo sarà più probabile la costruzione di un rapporto diretto e più funzionale. Ricordate che il colloquio è una conversazione. Si state tentando di convincerli che sei adatto a quel ruolo, dovete anche sapere se la posizione è una buona misura per voi. Fare domande dirette e specifiche per il tuo manager futuro non solo aiuterà a decidere se sarete in grado di lavorare per loro, ma anche mostrare loro che vi preoccupate per il vostro lavoro, una qualità attraente per qualsiasi ruolo.

Con quale dei capi, sopra elencati avete avuto a che fare?

By |2018-11-23T17:25:55+00:0016 novembre, 2015|Psicologia|