Si può credere che c’è stato un tempo in cui la gente non ha speso ore della loro giornata a fissare gli schermi luminosi e che  i bambini non andavano al parco o in vacanza  accompagnati dalla tecnologia ?


In questo tempo, ovunque si guardi, i bambini stanno fissando lo schermo del cellulare, di un computer, tablet, iPad, ecc. Probabilmente nel momento in cui finisci di leggere questo articolo, qualcuno avrà inventato un nuovo schermo luminoso che catturi l’attenzione dei vostri figli.
La vera domanda è questa: la tecnologia ha migliorato le capacità empatiche dei nostri bambini o ha  accresciuto il loro auto-assorbimento e isolamento dal mondo?
Mai prima nella storia i bambini hanno avuto accesso immediato a così tante informazioni. Con la mole infinita a portata di mano, i bambini possono accedere a qualsiasi cosa.
Mentre la tecnologia, da un lato ha ampliato la nostra conoscenza del mondo,  permesso una formazione più avanzata e previsto scoperte mediche, dall’altro, sta rapidamente diventando una fonte di conflitto tra i genitori e figli.

Alcuni bambini non hanno molto interesse per la tecnologia. Questi bambini tendono a condurre una vita piena di hobby e numerose attività come i club scolastici, eventi sociali, squadre sportive, attività musicali. Per loro, la tecnologia è solo un altro passatempo.
Per altri bambini, invece, la tecnologia divora le loro vite. Non possono mettere giù o spegnerlo.

Questi ragazzi tendono ad essere più isolati e ansiosi, hanno scarse relazioni sociali, difficoltà a mantenere le amicizie o un senso di sé instabile. Per loro, la tecnologia è solo un altro modo per evitare un mondo frustrante. Inserendo uno schermo luminoso davanti alla loro faccia, si può escludere il contatto e la comunicazione. Purtroppo, più forte è legame che instaurano con la tecnologia, meno forte sarà quello instaurato con le persone. Per questo motivo ad esempio, i migliori campi estivi non consentono alcuna tecnologia, per favorire una maggiore comunicazione gli uni con gli altri.
Se la tecnologia diventa l’attività principale del vostro bambino, se il vostro bambino trascorre ore di gioco al giorno navigando in rete, invece di uscire con gli amici o partecipare ad attività scolastiche, attenzione: potreste crescere un tossicodipendente della  tecnologia in erba nella vostra casa.

Come ogni dipendenza che si rispetti , con l’aumentare della stessa diminuisce il funzionamento personale. I bambini diventano più impulsivi, lunatici, e meno empatici.

I bambini Tech dipendenti hanno più probabilità di soffrire di :

• Isolamento sociale

• abilità sociali povere

• umori instabili

• scarso controllo dell’impulso

• Disordini del sonno

• Bassa autostima

Il problema più grande con la tecnologia è semplice: non ha lo spegnimento automatico. Ecco perché porre dei limiti a certi comportamenti non salutari è una parte cruciale di una buona genitorialità.

Prendendo il ruolo di “guardiano della tecnologia” può farvi diventare impopolare con il vostro bambino, ma è fondamentale per evitare che lui diventi un tech dipendente.

Gli errori che comunemente fanno i genitori quando si tratta di tecnologia sono:

1.  Non porre dei limiti sull’uso della tecnologia

2. Non avere altre attività da svolgere insieme al proprio figlio

  1. I genitori sono loro stessi tech dipendentiCi sono alcune raccomandazioni di base che i genitori con un bambino ossessionato dalla tecnologia possono seguire. Naturalmente, ogni bambino è diverso; ciò che funziona per un bambino, può essere un disastro per un altro. Considerate questo elenco un punto di partenza. Ma attenzione, più tech dipendente è il vostro bambino, tanto più difficile sarà lo svezzamento dalla tecnologia.
    1. Impostare dei tempi per l’utilizzo della tecnologia a casa (genitori compresi) . I telefoni cellulari, computer, iPad … tutto deve essere spento. Se volete che il vostro bambino sia meno dipendente dalla tecnologia, è necessario aprire la strada, facendo da modello.Il tempo che avete a disposizione a casa con il vostro bambino può essere speso a leggere, parlare, giocare, cucinare, fare arte … qualcosa di creativo o sociale farà sicuramente meglio.Una Pianificazione del “tempo tecnologico” contribuirà a limitare le battaglie impostando delle  linee guida chiare. Per esempio, quando si tratta di gioco, molti genitori possono permettere trenta minuti al giorno durante la settimana e due ore al giorno nei fine settimana.
  1. Stabilire i luoghi comuni per il “tempo tecnologico”. Quando possibile, tenere tutta la tecnologia in uno spazio comune come il salotto – non in camera da letto del bambino. Cercare di evitare al vostro bambino di sparire per ore dietro una porta chiusa.
  2. Ci sono un sacco di servizi on-line in grado di filtrare materiale inappropriato o violento. Questi servizi possono anche limitare l’accesso a Internet, programmando i tempi in cui Internet è disponibile e momenti in cui non lo è. Un esempio di tale servizio è Net Nanny.La linea di fondo è questa: i genitori dovrebbero controllare la tecnologia o rischiano che la tecnologia prenda il controllo dei loro figli. L’uso della tecnologia senza supervisione non è salutare per una persona giovane. Quando si fissa uno schermo luminoso si sostituisce la comunicazione significativa nella vita di un bambino e la usa l’intimità ne soffrirà in futuro.

Trovate il giusto equilibrio nell’uso della tecnologia e da adulto il vostro bambino ve ne sarà grato.

FONTE: www,psycologytoday.com